mercoledì 30 giugno 2010

Panqueques brule con crema y dulce de leche: la mia ricetta della felicità



Ce ne sono alcune ricette che mi fanno sentir bene quando, per qualche motivo, mi sento giù di tono: le verdurine grigliate con un uovo sopra, i miei formaggi preferiti (erborinati) con frutta e mostarda piccante, una bella (dico bella) bistecca con un bel calice di Cabernet Franc o Barbera, ecc. 
E' a me chiaro però che  non ce niente che mi faccia stare meglio di queste crepe che penso farò due o tre volte all'anno in occasioni di vero e profondo sconforto.
Diciamo che a casa mia il dulce de leche pronto c'è sempre. Io mi sono abituata ad averlo in frigo senza devorarlo subito, non manca mai perchè è un po' il mio marchio. Ogni tanto arriva qualche amica e mi chiede un "cucchiaino di quel dulce che fai tu... dolce di lekkke...." vabbè...
Un'altra cosa che non manca mai nel mio frigo è il latte e le uova (non ne ho mai meno di 10), è una mania! La panna c'è l'ho sempre anche questa tra tantissime cose!!
Vi potrà sembrare un cumulo di dolce sproporzionato, e forse lo è ma, il dulce de leche insieme alla panna è sublime perchè paradossalmente non lo carica ma amorbidisce il suo sapore.
Il tocco che fa la differenza (credetemi) e la crosticina di caramello fatta in situ con la fiamma ossidrica, il caramello dona a queste crepe la punta di sapore vibrante ed il appagamento immediato...
Chiaramente questo è un pasto, quindi mangio solo questo e mi sento appagata, molto meglio e, almeno le papille gustative (se vi pare poco) sono felici:)))


Vi darò la mia ricetta delle crepe, anche se ognuno ha la sua e, chiaramente, potete utilizzarla senza problemi, la cosa importante è che la panna sia zuccherata con un cucchiaino da te, di zucchero in modo che si senta la sua natura "lattea" amorbidendo il sapore già dolce del dulce...

Ultima appunto:
per completare questo "piano di felicità" uso i coltelli di mia bisnonna con la lama in metallo non inox, dato che, per il suo aspetto, nessuno in casa vuole usare e  io amo tantissimo.
Impugnandolo immagino tutte le donne della mia famiglia che, con distinzione l'hanno utilizzato magari pensando alla guerra, ai loro problemi, ..... problemi che hanno saputo superare con fierezza anteponendo gioia di vivere e stile.



Lavorare in una ciotola 250 g di farina con 250 ml di latte, mescolare con una frusta fino ad ottenere un composto omogeneo. Aggiungere 4 uova e continuare a sbattere con la frusta, unire ancora 250 ml di latte mescolando sino a che la pastella sarà fluida. Lasciarla riposare un po'.
Al momento di cuocere le crepe aggiungere 50 g. di burro fuso e mescolare.
Scaldare una padella antiaderente e versare una quantità di pastella, quando si asciuga quasi completamente girare e cuocere poco dall'altro lato.
Farcire con un po' di dulce de leche e panna montata ben freddi, arrotolare, spargere un po di zucchero bianco (tipo eridania) e farlo brulè.
Mangiare con somma gioia:))

Con questa ricetta partecipo al contest di Juls: la ricetta della felicità in collaborazione con Macchine Alimentari





martedì 22 giugno 2010

Chi sarà la vincitrice del libro di Jo Pratt??


Volevo ringraziarvi di cuore per gli auguri e per la entusiasta partecipazione.
Un abbraccio stretto a tutte Voi (maschietti questa volta non ce ne sono...).

Questo è i risultato del mio random


 


FEDERICA DI SWEET AS A CANDY E' LA VINCITRICE!!!
Complimenti Federica :)), inviami un email a patricia.butturini@tiscali.it con l'indirizzo al quale recapitare il libro. Sarà mia cura fartelo avere entro la settimana prossima!!

mercoledì 16 giugno 2010

Dentice al prezzemolo, limone e aglio con patate e burro maitre d'hotel




Con mille progetti inizio questo periodo estivo, cercando di ricaricarmi di energie e di idee nuove nella nonchalance dell'estate.
Nonchalance per modo di dire dato che devo fare le stanze dei bambini che dormono ancora insieme , dipingerle e arredarle sistemando tutto per Agosto.
Mille progetti, tessuti, colori motivi e ispirazioni, la lettura del colore e dello stile, le palette di colori di fronte alle quali sto ore e ore pensando che il colore giusto non l'ho ancora trovato... i pittori, i muratori e i falegname e il sogno di rifarmi la cucina rendendola unica a realizzata alla mia immagine... mi acontenterò di finire bene la stanza dei ragazzi, ecco la tavolozza di colori per Ricky e alcuni cuscini, oggetti e tessuti di tende e ancora altri cuscini.





Ieri sera ho fatto questo dentice dalla carne bianca, delicato e delizioso.
Dovete sapere che in Argentina le preparazioni di pollo o pesce contenente aglio, prezzemolo e vino bianco si chiamano "alla provenzale", qui non è così ma diciamo, a questo tema mi sono ispirata.
Per finire ho preparato un burro maitre d'hotel che arriva diretto dagli anni '80 e si serve (in onore a quegli anni) su una fetta di limone.



2 dentici puliti
4 scalogni  tagliati in 4
8 patate piccole pelate e tagliate in piccoli pezzi
3 denti d'aglio schiacciati
1 limone + 2 fettine per il burro
1/2 bicchiere di vino bianco
prezzemolo trittato
Sale q.b.
olio evo q.b.
Per il burro:
un cucchiaio abbondante di burro
sale
prezzemolo trittato
succo di 1/2 limone

Accendere il forno a 200°, in una leccarda da forno stendere della carta da forno, disporre le patate, gli scalogni, e l'aglio e un po' d'olio. Mettere in forno 15 minuti. Intanto pulire il pesce, squamare e togliere le interiora, sistemare dentro il pesce una fettina di limone, salare e aggiungere del prezzemolo trittato, ritirare dal forno la leccarda, accomodare i dentici, salare e aggiungere il prezzemolo sopra il pesce e le patate. Rimettere in forno 30 min. A metà cottura irrorare con il vino bianco.
Preparare il burro mescolandolo una volta morbido con sale, prezzemolo e succo di limone a piacere, mescolarlo bene e disporre sopra una fettina di limone. Servire  con il pesce e le patate. Questo burro servira per accompagnare i filetti di dentice.




Volevo infine ringraziarvi degli auguri, ringrazio alle mie amiche di blog e a quelle appena conosciute che sono approdate qui, sono stata felice di conoscervi:)
Finalmente domani avrò il tempo di venire a curiosare da voi :))
Vi auguro a tutti buon fine settimana!

giovedì 10 giugno 2010

Un regalo per voi


Vi ricordate il post di Franci dolce casa per il suo ultimo cumpleanno? Bene, lo copio...
Ho trovato così bello donare qualcosa il giorno del proprio cumpleanno che lo faccio anch'io. Non è strano che l'idea provvenga da Franci che, come ho già detto, è una delle mie inspiratrici ufficiali.
Ebbene si, oggi è il mio cumpleanno, oggi è il primo giorno di vacanza per i bambini, appena finita la scuola.
Pensate che appena alzata mi ero dimenticata del mio cumple, ormai mi capita spesso!!
Ho scelto questo libro perchè mi piace molto e perche la sua uscita in libreria è abbastanza nuova, quindi penso che non tutte ce l'avrete.
Tra tutti Voi che lascerete un messaggio entro Lunedì 21, farò la estrazione del vincitore Martedì 22.
Una buona giornata a tutti  e un abbraccio forte.
Voi non lo sapete ma tutti mi date molta gioia :)))
A presto!!!