giovedì 27 gennaio 2011

Salmone all'arancia e pepe rosa


Sabato 29 Gennaio in tutte le piazze italiane l'AIRC, l'Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro, offre per €.9, 3 kg di arancie della Sicilia, note per la quantità superiore di vitamine e antiossidanti.
Noi di "Donne sul Web" abbiamo voluto fare una ricetta che contenesse questo agrume.
Le arancie sono ricche, innanzitutto, di vitamina C, che sembra avere un ruolo anche nel rafforzare le difese immunitarie. Questa preziosa vitamina, inoltre, protegge il sistema cardiovascolare e ha proprietà antinfiammatorie.
L’arancia fresca è ricca anche di vitamine A, B e PP e di flavonone, l’elemento maggiormente protettivo soprattutto nei confronti del tumore allo stomaco.


Io Vi propongo una ricetta che, oltre alle vitamine contenute nell’arancio, include anche gli omega tipici del pesce. Ho scelto il salmone che ne è ricco. E’ inoltre un piatto semplice da realizzare e davvero gustoso!
Vi aspetto allora su Donne sul Web, fatemi sapere che ne pensate:)

Credo che oramai ci rivredremo Lunedì con il reportage da Identità Golose, vi auguro un buon we e vi abbraccio forte:)

martedì 25 gennaio 2011

Pastel de Carne


Il pastel de carne è un piatto che in Argentina si fa spesso (almeno nei miei anni vissuti li).
Mi ricordo che lo si chiamava Pastel Munich (non mi domandate perchè). Comunque di pasteles con la carne c'è ne anche uno molto tipico credo del Nord de l'Argentina ed è il Pastel de Choclo (mais) con quella puntina di dolce che mi piace tanto (ok!! lo farò al più presto:)).
E' un piatto povero che io sinceramente faccio quando mi avanza del purè.
Vi do' questa ricettina semplice che però faccio a modo mio e quindi più leggero, con pochissimo olio e senza olive (perchè ai bimbi non piacciono) e senza uova sode tagliate dato che non trovo molto il senso di questa aggiunta nella carne, insomma, solo nelle empanadas.

La ricetta è semplice e veloce e può perfettamente costituire un piatto realizzato con gli avanzi (così è successo a me)!!

Per 4 cocottine
500 g. di macinato misto
1 cucchiaio di olio evo
1 dente d'aglio schiacciato
1 grossa carota
2 scalogni
1 peperone rosso piccolo
sale
pepe
10 cucchiai pieni di purè già fatto (non l'ho pesato, ma diciamo che ogni cocotina ne porta 2 bei cucchiai)
1 uovo sbattuto con un cucchiaio di grana gratuggiato o gruyère.

Se volete potete aggiungere a fine cottura della carne: olive verdi tagliuzzate, 2 uova sode tagliate grossolanamente e una bella manciata di uvetta lasciata amorbidire in amollo, con questi ingredienti fate la ricetta tradizionale ;))

Rosolate in una padella con il cucchiaio d'olio, l'aglio e lo scalogno tagliato a fettine sottili, aggiungete la carota gratuggiata e il peperone tagliato a dadini piccoli e lasciate apassire a fuoco basso per 10 min. Aggiungete la carne macinata mescolando velocemente e cuocendo il meno possibile, deve rimanere tenera, non stracotta! Il resto della cottura lo farà il forno ;) A cottura ultimata salate e pepate a piacere.
In una piccola terrina individuale riempite di carne fino a 3/4 e mettete 2 piccoli pezzettini di burro. Coprite con il purè, pennellate la superficie con l'uovo sbattuto e il grana.
Passate al grill 10 min. sino a dorare la superficie.
Servire ben caldo.
Un abbraccio a tutti, a presto:)

lunedì 24 gennaio 2011

Identità Golose e un Risotto per Milano (presentato da alcune delle più amate foodblogger)


Volevo anch'io condividere con voi questa bella iniziativa.
Guardate bene il programma: Sabato 29 dalle 16 si svolgerà Un Risotto per Milano.


La mia grande e piacevole sorpresa è stata sapere che per ogni chef ci sarà una foodblogger a presentare l'evento. Nientemeno che queste signore che vedete qui sotto.


E' la prima volta che parteciperò e sono davvero emozionata.
Un grazie per avermi contattata ed invitata a Magenta Bureau e a Elisa Pella.
So che Babs stà organizzando tutto per incontrarci, saranno due giorni davvero entusiasmanti!
Ci vediamo?

giovedì 20 gennaio 2011

Focaccia Ligure


La mia prima focaccia fatta con il nuovo KA! lo adoro!
Questa è la ricetta della focaccia salata tipica della Liguria.
E’ facile come preparazione e la riuscita è assicurata. Dovete però disporre di tempo per le lievitazioni. C’è da dire che intanto che lievita, voi fate dell’altro!! :)
Io ho messo sopra fettine di pomodorini e origano, in più il pomodoro da una certa umidità che mi piace molto.
Se preferite potete prepararla semplicemente con olio e sale grosso, senza guarnire la superficie, diventerà più croccante ma manterrà un cuore morbido.
Quella che mi piace di più in assoluto è con le fettine di cipolla ma ai miei bimbi no, e quindi, mi sono sacrificata!!
Altre idee di guarnizione possono essere: olive, rosmarino, erbe fresche miste oppure peperoni affettati sottilmente e saltati in padella.
La ricetta la trovate nella mia rubrica di Donne Sul Web. Vi aspetto!
Ci vuole solo un po’ di organizzazione, allora siete pronti? Mani in pasta!!

Vi auguro buon fine settimana, magari creando un… focaccia party!!!

mercoledì 19 gennaio 2011

Books for cooks: Winter collection 2011

Ancora libri! Ogni volta mi propongo di cucinare di più e più vario e di fermarmi per un po' con l'acquisto dei libri, insomma, lo scopo sarebbe capitalizzare i miei acquisti ;))
Invece ogni volta cedo alla tentazione di un libro nuovo di cucina, ognuno con la sua anima unica e irrepetibile.
Alcuni li conoscete bene, altri forse non tanto, ve li racconto io! :))

 
Comincio con un capolavoro per quanto riguarda i macaron
Macaron di Josè Marechal: gran pasticcere, Josè ci rivela tutti i segreti dei macaron, le tecniche e le astuzie per una riuscita perfetta.
Nel capitolo ganache ce ne sono ricette di vario tipo, dalla classica ganache al ripieno fatto con confetture.
In più un capitolo dedicato alle diverse decorazioni che si possono fare sui macaron (e che m'ha fatto acquistare la polverina commestibile color rame, davvero chic!
Ho fatto pure la prova dei macaron con la meringa cotta ma non li ho ancora pubblicati dato che la foto non mi convince un granchè (quanto è difficile fotografare il verde!!!).
Chi intenda cimentarsi nell'arte di questi piccoli capolavori non può farselo mancare! Bibliotheca culinaria Ed., 111 pag.

Fashion Food Milano di Csaba dalla Zorza. Un libro innovativo e divertente. Abbinare cibo e moda a Milano dovrebbe essere un mood a se.
Il libro, come tutti i suoi (in particolare Country Chic), è molto bello da vedere e di lettura scorrevole e gentile. Le ricette sono molto semplici e ben presentate.
Diciamo che è un libro con ricette per tutti i giorni, facilmente eseguibili ma di effetto e i capitoli parlano della vita normale di tutti noi e di come ricevere in ogni circostanza: da "un aperitivo alla Scala", con qualche ricetta dello chef Andrea Berton al capitolo "A piedi nudi nel parco", da "Bigodini e biscotti" a "Down town house" o "Chic sushi night".
La cosa bella di Csaba è che ha creato uno stile proprio, non copia nessuno, semmai utilizza qualche ricetta di altri (con la citazione di chi è l'autore) e il tutto ha un'aria di festosa quotidianità che condivido a pieni voti, essendo io una mamma che mette a tavola 4 persone 4 volte al giorno, cercando di farlo nel modo più elegante possibile, insomma condivido la sua filosofia :) Luxury Books Ed. 256 pag.

Arrosti di Stéphane Reynaud. Non potete immaginare quanto io ami questo libro. Lui è l'autore di "Terrine", sempre con questo allure di campagna francese rustico-chic che adoro!
Questo libro ha delle ricette dove l'arrosto, chiaramente è protagonista ed è diviso in capitoli per tipi di carne: manzo, maiale, vitello, agnello, pollo, pesce e capriolo, delizie corredate da salse e contorni d'accompagnamento. Per finire un capitolo dedicato a pietanze elaborate con gli avanzi per la Domenica sera. Non può mancare nelle vostre librerie! Guido Tommasi Ed. 166 pag.

Tutta la bontà del pane di Sara Papa. Questo libro me l'hanno regalato i miei bambini per Natale e mi fa tanta tenerezza :)) Avevo appena finito il corso di panificazione da Paoletta e Adriano e curavo quasi tutti i giorni il mio nuovo lievito  madre il quale  ha destato curiosità nei miei figli che a Natale hanno scelto questo libro per me proprio perchè ogni ricetta è fatta con LM. La grafica è molto semplice ma, devo dire che è stata un'ottima scelta dal punto di vista delle ricette, ho già provato un paio e sono davvero ottime! Gribaudo Ed. 132 pag.

Vaniglia. Dieci modi di prepararla di Patrick Beauchet. Un piccolo opuscolo contenente 10 sofisticate ricette ilustrate in una carta perlata che mi piace tantissimo. Forma parte di una collana dedicata ad un ingrediente scelto come filo conduttore delle ricette. Una per tutte: foie gras d'oca in brioche ai sapori vanigliati. Vorrei solo averli tutti!! Guido Tommasi Ed. 10 pag.

Ci vediamo domani con la mia prima focaccia fatta con il nuovo KA!
Buona serata a tutti voi:)
Pat

venerdì 14 gennaio 2011

Involtini di verza e gamberi un po' esotici e alcune liete notizie :)


Voi vi domanderete dove sono finita??! Ci sono, ci sono;)
Ripresi i ritmi quotidiani e le mille cose da fare, il risultato è che sono quasi sempre fuori: a far la spesa, ad accompagnare i miei bambini alle loro diverse attività, la mia palestra, a riorganizzare la casa nuovamente che, pensate! è ancora Natalizia dato che albero e decorazioni varie sono ancora qui con noi :))
Resta il fatto che il blog e le mie attività ad esso inerenti vanno in fummo e davvero mi piange il cuore perchè ocuparmene di questo mio terzo figlio tanto amato mi fa proprio divertire, e tanto! E questa mattina mi sono proprio divertita molto, per diversi motivi.
Oggi finalmente sono stata a casa DA SOLA.
Il motivo di questo mio rintanamento matutino era un motivo davvero lieto: aspettavo il corriere con.... con... la mia Kitchen Aid bianca che è già arrivata e che aspetta una collocazione giusta.
Un Grazie di cuore a Evelyn Houben, a Valentina Spirito del Gruppo KA e a Riccardo, grande gentilezza e simpatia,  del negozio Fratelli Gallo di Viareggio :)
Questa mattina, dicevo, riordinata e profumata la casa, con la mia musica ad un buon volume, ho iniziato a cucinare questi involtini di verza che come avrete capito sono per Alessandra di Menuturistico.
Ma non ho solo cucinato, mi sono anche proposta di imparare finalmente ad usare il cavalletto per fotografare, sotto insistente consiglio di mio marito. Così ho preso uno dei suoi cavalletti più semplici da utilizzare dopo il monopiede (anche questo però ha la sua tecnica!) e dopo un po' di fatiche sono riuscita a capire quasi tutto.
Inoltre finalmente ho avuto il coraggio di cambiare il solito obiettivo e, finalmente, ho fatto una foto diversa da solito :))
Ho avuto anche un graditissimo invito  per partecipare a Identità Golose e al WineLove di Milano, nonche all'iniziativa Un risotto per Milano e quindi penso di essere a Milano il 29 e il 30 Gennaio, ci troviamo?

In più oggi vi lascio un'altra ricetta che trovate sulla mia rubrica di Donne sul Web: è una vellutata di patate e porri, una coccola poco calorica perchè devo anche dirvi che sono a dieta, quindi le ricette che troverete da oggi in poi saranno quasi tutte light, tranne qualche merenda fatta per i bambini.

Passiamo invece agli involtini di verza, questa ricetta  la faccio da tantissimi anni e con il tempo l'ho modificata a mio piacimento. E davvero semplice e molto gustosa ed ha i colori della Primavera che arriverà più velocemente di quanto pensiamo (si spera!).
L'unico inconveniente era il sughetto che in realtà non c'è, dato che sono cotti al vapore; ho fatto come accompagnamento una salsa agrodolce stile cinese leggermente piccantina, secondo me ci stà bene.
Per gli intolleranti al glutine basta sostituire il pan grattato normale con quello gluten free.

Per 10-12 involtini:
500 g. di gamberi sgusciati e puliti
12 foglie di cavolo verza
4 scalogni tagliati sottilmente
4 cucchiai di pan grattato (per i gluten free utilizzate pane senza glutine)
1 cucchiaino da tè di curry
1 cucchiaino da tè di polvere d'arancia
2 uova medie
1 manciata di pistacchi tostati e tritati grossolanamente
sale q.b.
pepe q.b.
Per la salsa agrodolce:
3 cucchiai di zucchero
1 cucchiaio d'aceto di mele
2 cucchiai di succo di pompelmo rosa (o arancia)
1 cucchiaino da tè di estratto di pomodoro
1 cucchiaino di fecola di patate
1 pizzico di peperoncino

In una grande pentola con dell'acqua bollente salata, sbiancate le foglie pulite di verza per un paio di minuti e mettete da parte su uno scolapasta.
Nel mixer mescolate il pangrattato con la polvere d'arancie e il curry.
In una ciotola mescolate i gamberetti, il pangrattato ottenuto, le uova sbattute, gli scalogni e i pistacchi. Salare e pepare.
Distribuite questa miscela in mezzo alle foglie di cavolo aperte e chiudete come un pacchettino. Disporre gli involtini nel cestello di bambù o nella vostra vaporiera e cuocere per 15 minuti .
Per la salsa: in un pentolino mescolate l'aceto, lo zucchero, il succo di pompelmo e l'estratto di pomodoro. Mescolate bene con una frustina. Aparte sciogliete la fecola in poca acqua. portate a bollore e aggiungete la fecola diluita mescolando bene.
Servire gli involtini molto caldi accompagnati dalla salsa agrodolce.

Con questa ricetta partecipo alla sfida del mese di menuturistico
Vi auguro uno splendido week end, un abbraccio a tutti voi :)
Pat



sabato 8 gennaio 2011

Nuovo anno, montagna, relax e canederli :))

Felice inizio per tutti voi!
Io come vedete, non sono molto operativa ultimamente! Queste vacanze di Capodanno le ho passate in montagna, solo noi quattro, in relax e grande semplicità.
Non ho avanzi, non posso proporre ricette del riciclo.
Per la prima volta ho fatto un Capodanno senza cucinamenti e corse, poche cose comprate in rosticceria e tanto divertimento sulla neve! Tutto questo tempo risparmiato mi è servito per stare un po' di più con i miei figli senza avere il pensiero impellente di dover fare o finire qualcosa!


Posso solo dirvi che mi sono rilassata e ho dormito tanto!
Mi sono proprio lasciata andare in quella raltà ovattata e senza tempo che fa parte delle vacanze sulla neve che ogni tanto facciamo nella casetta di mio suocero in mezzo al bosco.



Vi lascio una ricetta tipica di questi posti, i canederli allo speck, che trovate su Donne sul Web

Neanche dire quanto si sono divertiti Carla e Riccardo tra sci, passeggiate, cavalli e scivolate sul ghiaccio!!




Vi auguro un buon week end, un abbraccio forte, a presto:)